Chatbot

Chatbot di lead generation: come utilizzarli per attirare più clienti

15 min per leggere

Chatbot di lead generation: come utilizzarli per attirare più clienti

Al giorno d’oggi, l’intelligenza artificiale non è più qualcosa di figurativo, ma piuttosto reale. Le persone generano testi, traducono articoli e risolvono compiti matematici con chatGPT, mentre gli imprenditori ottimizzano il lavoro dei loro dipartimenti con i chatbot. Sebbene i chatbot siano tutt’altro che qualcosa di nuovo e incomprensibile per gli imprenditori, esistono ancora molte funzioni di cui potresti non aver sentito parlare. Invece di lunghi processi di generazione di lead, attività di marketing ripetitive e domande frequenti, puoi implementare chatbot di generazione di lead.

La generazione di lead è un processo cruciale per ogni azienda poiché definisce se la tua azienda avrà successo. Per questo motivo, devi dedicare tutto il tuo impegno a nutrire i potenziali clienti e convertirli in clienti. L’implementazione di un chatbot è un modo rapido ed efficace per farlo.

Secondo le statistiche, il 55% dei marketer utilizza i chatbot nella lead generation. Molti di loro segnalano un aumento del numero di prospetti generati per le loro aziende. Tuttavia, ci sono altri motivi per considerare la creazione di chatbot per la tua azienda. È tempo di svelare ancora più vantaggi di questa nuova ed efficace tecnologia. Approfondiamo.

Benefici nell’utilizzo di chatbot per lead generation

Sia le startups che le imprese cercano modi innovativi per migliorare le strategie di lead generation. Con i chatbot, essi possono raggiungere obiettivi specifici in termini di clienti. L’intelligenza artificiale ti consente di assistere i tuoi potenziali clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7, fornendo risposte automatizzate utilizzando il linguaggio naturale. Si traduce in una migliore consapevolezza e tassi di conversione più elevati.

Elenchiamo altri vantaggi che puoi ottenere utilizzando i chatbot:

  • Supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7. A differenza degli agenti dell’assistenza clienti, i chatbot sono disponibili istantaneamente di notte e nei fine settimana. Dopo aver aggiunto un bot al tuo sito web, ai canali dei social media o ai messenger, puoi garantire risposte rapide alle domande dei visitatori. I bot possono rispondere alle domande frequenti e risolvere alcuni problemi fondamentali relativi ai nuovi arrivati. Portano utenti soddisfatti che hanno maggiori probabilità di conversione.
  • Approccio personalizzato. Con l’aiuto dell’elaborazione del linguaggio naturale, i bot comprendono ciò che gli utenti richiedono e forniscono risposte pertinenti. Oltre a fornire informazioni, possono anche raccogliere i dati dei clienti. Prima di inviare alcune offerte, i bot raccolgono informazioni su ogni potenziale cliente. Questo ti consente di personalizzare l’esperienza del cliente con il tuo marchio. Dopo aver raccolto dati sulle preferenze, l’età, la posizione, gli interessi e l’occupazione dei lead, i chatbot possono generare offerte e raccomandazioni su misura, inviare messaggi personalizzati, ecc.
  • Qualificazione dei lead. Inoltre, i bot possono raccogliere informazioni su età, posizione, esigenze e preferenze per scoprire se un prodotto si adatta a l’una o l’altra prospettiva. Una volta terminata la qualifica, puoi capire con quale lead dovresti continuare a comunicare. Ti fa risparmiare tempo e denaro. Invece di allocare risorse aggiuntive, puoi utilizzare i chatbot e identificare i potenziali clienti giusti sin dall’inizio.
  • Lead nurturing. Con i chatbot, puoi inviare messaggi altamente mirati in base al comportamento e alle esigenze dei lead. Sarai in grado di attirare l’attenzione sui tuoi prodotti o servizi specifici e mantenere i potenziali clienti coinvolti. In questo modo, i consumatori esploreranno il tuo marchio in dettaglio e forse troveranno la loro soluzione perfetta. Le email di follow-up, i consigli basati sulla cronologia di navigazione e le offerte speciali li aiutano a convertirsi nei tuoi consumatori.
  • Efficacia in termini di costi. I chatbot sono utili poiché ti aiutano ad evitare di assumere ulteriori specialisti per gestire le conversazioni con i lead. Questa tecnologia riduce il carico di lavoro del tuo team e li libera dalle attività ripetitive. A lungo termine, la produttività del tuo team aumenta poiché può risolvere i problemi più seri dei clienti.

In parole povere, un chatbot non può sostituire i rappresentanti del tuo marchio, ma può assisterti in molteplici processi di generazione di lead. Si traduce in una migliore produttività del team e più prospetti nella tua lista.

Come i chatbot aiutano nella lead generation

Ci sono molti processi necessari per catturare l’attenzione degli utenti e convertirli in clienti. Il bot basato sull’intelligenza artificiale ti consente di gestirne alcuni automaticamente. È tempo di rivedere alcune delle attività con cui un chatbot di lead generation può aiutarti:

  • Comprendere le esigenze e i problemi dei tuoi potenziali clienti. Puoi impostare una serie di domande nel tuo chatbot che ti aiuteranno ad ottenere informazioni essenziali sui tuoi contatti. Quando gli utenti hanno conversazioni con il tuo marchio, puoi scoprire cosa cercano i visitatori del tuo sito web. I bot ti consentono di capire se il tuo prodotto soddisfa le loro esigenze e può risolvere i loro problemi. Di conseguenza, ricevono un’offerta su misura.
  • Segmentare i lead. Invece di spendere tempo e denaro per lead non qualificati, puoi concentrarti immediatamente su potenziali clienti qualificati. Dopo aver implementato un chatbot per il tuo marchio, sarai in grado di filtrare lead qualificati e non qualificati. Ti aiuterà a trovare persone a cui il tuo prodotto apporterà valore.
  • Fornire offerte e consigli personalizzati. Ogni potenziale cliente ha esigenze e problemi unici, quindi non puoi utilizzare un messaggio generico per tutti nella tua lista. Tuttavia, è anche una sfida per il tuo team creare messaggi unici per più segmenti di pubblico. Soprattutto quando hai un’attività consolidata con un lungo elenco di clienti. Anche in questa situazione, viene in soccorso un chatbot. Ti consente di segmentare i tuoi potenziali clienti in gruppi in base alle loro caratteristiche o comportamenti ed inviare messaggi pertinenti. Puoi inviare informazioni ai tuoi nuovi abbonati in base alla loro cronologia di navigazione, alle pagine che hanno consultato o alle loro esigenze. Se riesci a garantire i prodotti e i dati giusti, puoi aumentare la fidelizzazione dei clienti.
  • Fornire le informazioni necessarie. Quando gli utenti cercano informazioni specifiche e non riescono a trovarle all’istante, chiedono aiuto. Il tuo chatbot può diventare il loro assistente virtuale 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Esso fornirà risposte in pochi secondi, aumentando le probabilità che i potenziali clienti effettuino un acquisto se trovano la soluzione giusta.
  • Affrontare compiti ripetitivi. Con i bot, puoi delegare attività ripetitive e ridurre il carico di lavoro del team. Sebbene non sia difficile rispondere alle domande frequenti, esse richiedono comunque attenzione. Il chatbot di lead generation ti consente di fornire risposte a tutte le domande dei potenziali clienti. Gli utenti possono registrarsi, effettuare il primo ordine e ricevere tutte le informazioni necessarie sullo stato del proprio ordine.
  • Fare in modo che i potenziali clienti rimangano sul tuo sito. I chatbot entrano in gioco quando i tuoi visitatori stanno per andarsene. Se non riescono a trovare immediatamente alcune informazioni sul tuo prodotto, sui prezzi o sulle funzionalità, il tuo bot sarà lì per aiutarti. I lead dovranno solo digitare le parole chiave per permettere al chatbot di trovare le informazioni richieste.

Ora sai dove utilizzare il tuo chatbot per generare lead per la tua azienda e raggiungere i tuoi obiettivi chiave. È tempo di esplorare alcuni suggerimenti utili per costruire questo tipo di bot.

7 consigli per creare un chatbot di lead generation

A volte è difficile decidere da dove iniziare quando si utilizza un builder di chatbot per la prima volta. Per raggiungere i tuoi obiettivi aziendali, devi seguire un piano. Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a gestire facilmente il processo:

  1. Determina i casi d’uso per questo bot. Le azioni possono essere diverse. Quando imposti un chatbot, devi tenere a mente i tuoi obiettivi iniziali. Sebbene un chatbot di lead generation si evolva attorno a compiti specifici, dovresti essere accurato. Ad esempio, considera di utilizzarlo per aumentare il tasso di conversione, migliorare la soddisfazione del cliente o incrementare le vendite.
  2. Sviluppa una strategia di contenuto. Prima di scegliere una piattaforma o configurare un bot, delinea i contenuti che desideri condividere con i tuoi potenziali clienti. Pensa alle domande che potrebbero sorgere quando gli utenti vedono il tuo prodotto per la prima volta. Poiché lo sviluppo di una strategia di contenuto è lungo, prendi in considerazione la possibilità di dividerlo in parti più piccole. Puoi iniziare prima con le domande frequenti. Fai un elenco delle domande che le persone potrebbero porre più spesso e fornisci loro le risposte. Pensa alla logica del tuo bot. Ci vorrà molto tempo perché i visitatori del tuo sito web possono porre numerose domande. Tuttavia, se riesci a creare un chatbot di qualità, ti aiuterà a raggiungere i tuoi obiettivi chiave.
  3. Aggiungi un tono di voce specifico per il tuo marchio. Il tono di voce del tuo chatbot è essenziale poiché modella la prima impressione nella mente delle persone. Ecco perché devi trovare un po’ di tempo per farlo corrispondere al tuo marchio. Ricorda che il chatbot è il rappresentante della tua azienda come lo sono i tuoi dipendenti. Quindi, assicurati che il tuo bot sembri amichevole, empatico e utile. Ti aiuterà a stabilire buone relazioni con i potenziali clienti e creare fiducia.
  4. Considera gli elementi visivi. I componenti visivi svolgono un ruolo importante nel catturare l’attenzione delle persone. Una singola immagine può sostituire lunghe letture in pochi secondi. Oltre ad avere un carattere educativo, aiutano anche a stabilire una personalità del marchio. Immagini, GIF ed emoji ti avvantaggeranno se le usi nel modo giusto e saggiamente.
  5. Crea un messaggio di benvenuto accattivante. Le prime impressioni sono fondamentali per ogni brand. Quindi assicurati che il messaggio di benvenuto del chatbot soddisfi i requisiti dei lead. Pensa al saluto e al modulo di contatto non intrusivo che compare sul tuo sito. Il tuo chatbot dovrebbe incoraggiare i potenziali clienti a condividere le loro informazioni di contatto o chiedere aiuto. Quando crei un messaggio di benvenuto, non dimenticare di personalizzarlo e di usare un tono di voce gradevole.
  6. Correggi e ricontrolla i tuoi scenari. Quando hai finito con i flussi di chatbot, controlla tutto. Poiché ci sono molte informazioni e flussi, ricontrollali per evitare punti di blocco. Dovresti anche correggere le bozze del tuo testo per evitare errori di battitura o errori nei tuoi messaggi. Prova il chatbot prima di avviarlo. Ti aiuterà a sottolineare le cose che non funzionano correttamente. Di conseguenza, sarai in grado di identificare alcuni problemi ed eliminarli rapidamente.
  7. Avvia e monitora le prestazioni del tuo chatbot. Dopo esserti assicurato che tutto funzioni come previsto, sentiti libero di avviare il tuo bot. Tuttavia, non lasciare il tuo chatbot incustodito. Devi tenere d’occhio le sue prestazioni per reagire rapidamente se ha bisogno di qualche miglioramento. Diciamo quando il tuo chatbot non ti porta la risposta attesa dai prospetti.

Esaminiamo alcuni casi d’uso di chatbot per la generazione di lead per darti un suggerimento.

11 esempi di chatbot per lead generation

Poiché i chatbot variano in base alla situazione in cui li utilizzi, ti mostreremo alcuni ottimi esempi di flussi di chatbot per diversi scenari.

Supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7: Zenni Optical

Fondato nel 2003, Zenni era un negozio online che vendeva occhiali da vista a prezzi convenienti. Da allora, un piccolo negozio online è diventato un marchio che fornisce occhiali per gli americani. Inoltre, l’azienda incorpora chatbot per generare lead, fornire informazioni ai clienti ed assistere i visitatori del sito web con problemi relativi agli occhiali.

Puoi trovare esempi ancora più validi di chatbot del servizio clienti nel nostro post sul blog.

Il sito web utilizza Zee, un assistente personale per gli occhiali che aiuta i potenziali clienti in diverse aree. Una volta aperta la finestra della chat online, il chatbot ti invita ad esplorare uno degli argomenti elencati. I clienti possono controllare lo stato del loro ordine ed esplorare l’assistenza e il supporto di follow-up. I potenziali clienti possono selezionare la montatura giusta. Se i potenziali clienti hanno altre domande o problemi urgenti, possono anche raggiungere un agente dal vivo tramite il bot.

lead generation bot example
Assistente personale per gli occhiali di Zenni

Domande frequenti: InboundLabs

InboudLabs è un’azienda che crea siti web, app e integrazioni per HubSpot e li combina con il marketing digitale. La sua visione progressiva dell’assistenza clienti è affascinante. Il chatbot è una buona idea, ma è perfetto quando i clienti possono trovare da soli le risposte alle loro domande. In questo modo, esplorano il tuo prodotto in dettaglio e acquisiscono conoscenze su diversi argomenti. InboundLabs abilita questa opzione integrando il suo chatbot con la sua base di conoscenza. Pertanto, ora gli utenti possono digitare la richiesta e ricevere risposte accurate dalla base di conoscenza dell’azienda.

chatbot example
Integrazione del chatbot di InboundLabs con la sua base di conoscenza

Elaborazione dell’ordine: Domino’s Pizza

Domino’s Pizza, noto in tutto il mondo, ha deciso di convertire i potenziali clienti attraverso diversi canali accettando ordini. Il famoso marchio utilizza Facebook Messenger e altre piattaforme per consentire ai potenziali clienti di effettuare ordini. Utilizzando un chatbot, possono scegliere il tipo di pizza che desiderano e riceverla subito. Gli utenti inseriscono tutte le informazioni necessarie per completare l’ordine da qualsiasi luogo e dispositivo.

chatbot on Facebook
Chatbot di Domino’s in Facebook Messenger

Prenotazione di voli ed hotel: Kayak

Kayak è una soluzione perfetta per i viaggiatori che non hanno un laptop a portata di mano. Questo motore di metaricerca consente alle persone di trovare i voli, gli hotel e le attrazioni necessari in un paio di clic.

Dai un’occhiata al nostro post sui chatbot per l’industria del turismo se vuoi approfondire questo argomento.

Essi possono farlo semplicemente inserendo la città e cosa vogliono trovare. Rispondi alle domande del bot in modo che possa soddisfare la tua richiesta. Una volta trovata la corrispondenza perfetta tra le opzioni fornite, clicca su “Prenota ora” per effettuare la prenotazione e assicurarti il ​​posto.

Kayak’s chatbot
Prenotazione di un hotel nel chatbot di Kayak

Raccolta dati dei prospetti: HubSpot

HubSpot ha implementato un chatbot non solo per aiutare i potenziali clienti, ma anche per raccogliere le loro informazioni di contatto. L’azienda raccoglie dati che potrebbero tornare utili quando si fornisce supporto o si convertono lead in clienti. Il bot avvia il flusso con domande su indirizzi email e siti web aziendali. Dopo che un utente ha risposto a queste domande, il chatbot collega i prospetti all’agente. Il rappresentante dell’azienda chiede quindi i nomi degli utenti e i dettagli sulle loro richieste.

chatbot example
Chatbot di HubSpot

Raccomandazione di un prodotto: H&M

Il chatbot di H&M aiuta i potenziali clienti a cercare gli articoli necessari attraverso il sito web. Il bot del brand suggerisce outfit in base al budget. Se ad un cliente non piace l’outfit, il chatbot seleziona altre opzioni. I clienti ricevono inoltre informazioni sui punti vendita in cui sono disponibili i prodotti scelti. Impedisce ai clienti di perdere tempo nel cercare gli articoli desiderati.

product recommendation chatbot
Chatbot di raccomandazione di un prodotto di H&M

Impegno su social media: L’oreal Paris

Probabilmente tutti conoscono L’oreal Paris. Nonostante l’elevata consapevolezza e popolarità del marchio in tutto il mondo, l’azienda si impegna ancora a fornire ai suoi potenziali clienti la migliore esperienza. Se gli utenti inviano un messaggio diretto al loro account Instagram, il chatbot di lead generation invierà loro immediatamente delle domande. Essi possono cliccare sulle domande necessarie per ottenere risposte. In questo modo, aumentano il coinvolgimento sui social media e si avvicinano ai loro clienti.

chatbot on Instagram
Chatbot di L’oreal Paris su Instagram

Educazione: The University of Arizona

Chatbot creati per le istituzioni educative possono servire come fonti di informazione sia per gli iscritti che per gli studenti. Molte università, scuole ed accademie hanno già incorporato questa tecnologia. Così ha fatto l’Università dell’Arizona. I futuri studenti possono porre qualsiasi domanda che li incuriosisce e ricevere risposte tramite il bot in pochi secondi. In questo modo, non hanno bisogno di perdere tempo in auto nel tragitto verso il campus per scoprire i dettagli sui loro programmi di studio, tasse, esami, ecc.

lead generation chatbot example
Il chatbot dell’Università dell’Arizona progettato per aiutare i suoi futuri studenti

Inserimento del cliente: Google Assistant

I chatbot di lead generation possono anche fornire ai tuoi potenziali clienti tour virtuali attraverso i tuoi prodotti. Con il bot, puoi garantire un’esperienza senza soluzione di continuità assistendo i nuovi clienti durante ogni passaggio. Puoi vedere un esempio di onboarding dei clienti con l’Assistente Google. Il bot spiega tutto in dettaglio in modo che i clienti non si perdano nulla. Tutto sotto controllo con il minimo stress per i nuovi consumatori.

customer onboarding with chatbot
Inserimento del cliente di Google Assistant

Sanità: BetterHelp

Molti nuovi clienti esplorano i vantaggi di vari ospedali privati, quindi devono trovare una soluzione rapida. Un chatbot nell’industria della sanità consente ai lead di fissare rapidamente appuntamenti con medici ed altri specialisti. Di conseguenza, non si verificano errori manuali quando il tuo team elabora le richieste. Tutto è veloce e chiaro.

Di seguito, puoi vedere un esempio di un bot sanitario di BetterHelp che naviga nel sito web ed impara come utilizzare i suoi servizi di terapia online.

chatbot example
Chatbot di BetterHelp

Se sei seriamente intenzionato a creare un chatbot per la tua azienda e fornire assistenza clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7, sveliamo come farlo con SendPulse.

Come creare un chatbot di lead generation con SendPulse

SendPulse ti consente di sviluppare flussi di chatbot basati sulle azioni eseguite dagli utenti o sulle parole chiave digitate. Una volta impostato il flusso, i visitatori del tuo sito web riceveranno risposte basate su uno scenario predefinito. Se sei interessato a rendere il lavoro del tuo team più efficiente e a migliorare l’esperienza del cliente, allora prendi in considerazione l’iscrizione a SendPulse e il lancio di un bot.

I chatbot sono disponibili per più canali come Instagram, WhatsApp, Telegram, e Facebook Messenger. Inoltre, la piattaforma ti consente di combinare diversi canali durante la creazione di un flusso. Quindi, scopriamo come puoi farlo.

Aggiungi un trigger

Dopo esserti registrato in SendPulse ed aver aggiunto i canali in cui desideri avviare il bot, devi creare un trigger per il tuo flusso.

Vai alla scheda “Chatbot” e seleziona il bot necessario — su Instagram, Facebook, WhatsApp o Telegram. Quindi, clicca sul pulsante “Create a new trigger” (Crea un nuovo trigger).

new trigger for a chatbot
Creando un nuovo trigger per un chatbot

Scegli un tipo di trigger: evento A360 o parola chiave. Successivamente, digita le parole chiave se selezioni la seconda opzione. Prendi in considerazione l’inserimento di diverse parole chiave per attivare il flusso. Puoi anche digitare le frasi che potrebbero contenere le parole necessarie e scegliere “contains” (contiene) in “Incoming message” (Messaggio in entrata).

bot keywords
Aggiungendo le parole chiave

Seleziona la limitazione per definire dopo quale periodo di tempo verrà attivato il chatbot. Impedirà inoltre che il bot venga attivato più di una volta. Di conseguenza, eviterai di inviare spam al tuo potenziale cliente. Clicca su “Add” (Aggiungi) una volta che tutto è pronto in questa fase.

throttling
Impostazione della limitazione

Sviluppa lo scenario del tuo chatbot

Clicca su “Create a flow” (Crea un flusso) per iniziare a sviluppare il tuo chatbot di lead generation. Una volta che un utente digita la parola chiave, esso attiverà un flusso di bot. Il chatbot fornirà tutte le informazioni necessarie richieste da un potenziale cliente o collegherà questa persona all’agente dell’assistenza clienti. Inoltre, puoi combinare diversi canali per essere il più efficiente possibile. In questo modo sarai in grado di raggiungere il tuo lead attraverso i canali più efficaci (se un potenziale cliente ti fornisce queste informazioni).

Aggiungi tutti gli elementi del chatbot necessari di cui il tuo flusso ha bisogno. Puoi trovarli nel pannello di sinistra. Aggiungili semplicemente trascinandoli e rilasciandoli nel campo dell’editor. Inserisci i tuoi messaggi che rispettino il tono di voce del tuo marchio.

chatbot flow
Creando il flusso del chatbot

Dopo aver ricontrollato il flusso, puoi salvarlo una volta che tutto è pronto. Dopo aver salvato il flusso, puoi vederlo tra gli altri dopo aver cliccato sul pulsante “Flows” (Flussi).

created flow
Selezionando un flusso creato in precedenza

Gestisci il tuo flusso

Puoi gestire il flusso in base alle tue esigenze: copia il flusso, testa le campagne, ottieni il collegamento per avviare un flusso o eliminalo. Basta cliccare sul pulsante appropriato per eseguire l’azione.

chatbot flow managing
Gestione del flusso

Per finire

Con i chatbot di lead generation, puoi aiutare i tuoi potenziali clienti ad ottenere le informazioni necessarie e far salire di livello il tuo marchio. Sarai in grado di creare un’esperienza unica e la comodità di comunicare con la tua azienda. Il bot ti aiuterà a catturare l’attenzione dei lead, assisterli durante il loro viaggio sul tuo sito web e convertirli in clienti. Utilizzando un builder di chatbot, puoi sviluppare vari scenari per rispondere alle domande degli utenti e soddisfarli.

Se programmi di lanciare i chatbot per Telegram, Instagram, Facebook Messenger e WhatsApp, considera di iscriverti a SendPulse. Sarai in grado di godere di tutti i vantaggi dell’intelligenza artificiale per la tua attività.

Pubblicato il:

8 Ago. 2023

Yevheniia Trukhan

Full-time writer and part-time traveler. Passionate about helping people grow their businesses, doing some yoga, and discovering new places. Staying...

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading...
Punteggio medio: 5/5
Totale voti: 1
Condividi:
Twitter